DIARIO DI UN SINDACO | Comminata la prima multa per deiezioni canine

FB_IMG_1470591418029Cari amici, anche stasera il nostro pensiero va a chi sta soffrendo per una tragedia immane che colpisce i nostri cuori e le nostre menti. Non siamo fermi, qui a Marcianise, ma stiamo pensando a qualche iniziativa che abbia un senso e soprattutto produca degli effetti. Come hanno scritto in molti, è vietato inviare nelle zone terremotate beni o forze umane perché c’è un problema di coordinamento: chi lo fa sta sbagliando. Ieri sera ho avuto un colloquio con diversi amici che ho incontrato al convento francescano per una splendida iniziativa nel chiostro; tra loro anche Mimmo Rosato, presidente della Pro Loco, al quale ho manifestato il mio massimo sostegno e con il quale ho parlato dell’idea di una raccolta fondi per lasciare un segno concreto a quelle popolazioni da parte della comunità di Marcianise. La Pro Loco, insieme a molte altre associazioni cittadine, si sta muovendo in questa direzione, con il sostegno dell’amministrazione comunale. Per parte mia ho contattato il notaio Domenico Iodice, mio amico fin dalla scuola media, il quale ci ha fornito la massima disponibilità per aiutarci nel garantire la giusta trasparenza all’operazione. Penso che nel giro di qualche giorno saremo pronti. Marcianise presente, dunque; presente in modo serio e costruttivo. Grazie ovviamente a tutti quanti hanno manifestato, in diverse forme, la disponibilità a raccogliere aiuti per i terremotati: lo faremo. E grazie a Mimmo Rosato, un “ragazzo” sempre in prima fila.

Pur essendo tardi non mi fermo qui, mi permetto di aggiungervi qualche notizia su quanto abbiamo fatto oggi in municipio. Intanto, stamattina è stata comminata la prima multa per deiezioni canine: per la cronaca in via Martin Luther King. Pubblico la multa, per il suo valore cronistico. Nel corso della giornata, soprattutto stasera, sono state elevate altre multe da parte dei vigili urbani che hanno predisposto un apposito servizio. A proposito di polizia municipale, la comandante Mina Foglia ha giustamente fatto elevare una serie di contravvenzioni a chi oggi, venerdì, improvvisamente, ha imbrattato tutta la città annunciando la disponibilità di valutare il prezzo delle nostre abitazioni. Si tratta di agenzie immobiliare operanti su Marcianise: evidentemente, gli addetti finora sono stati in vacanza e non sapevano che si è insediata una nuova amministrazione e che le regole ora si rispettano… Chi imbratta la città paga.

Ho chiesto ai vigili di multare anche gli organizzatori di una sagra che sono venuti ad affiggere i loro manifesti coloratissimi in città pensando che qui funziona come a casa loro e quindi non si pagano i diritti. A stretto giro ci occuperemo anche di questo settore, delle affissioni abusive, e quindi anche dei tabelloni spuntati come funghi da parecchie parti. Penso che ci divertiremo. Non si sono invece divertiti gli addetti di Marcianise Servizi che stamattina hanno ripulito tutta piazza Buccini dal lato del Monumento ai Caduti: hanno tagliato le piante cresciute ai lati, hanno rimosso tutta l’immondizia (bottiglie di birra, buste con i rifiuti) lasciata nascosta dietro le piante stesse, e soprattutto hanno pulito e disinfettato tutto quello che era diventato un vespasiano a cielo aperto. Urina e cacca ovunque! Vi faccio vedere le foto di prima e di dopo, il volto della piazza è cambiato. Ora vigileremo perché nessuno vada più lì a fare i propri bisogni, chiediamo anche agli abitanti della zona e agli operatori commerciali sulla piazza di fare la stessa cosa segnalando con tempismo le illegalità ai vigili urbani. Dietro alla pianta risistemata è spuntata come per incanto l’asta che anni fa fu montata lì per innalzarvi la bandiera in omaggio ai caduti: era stata ormai occultata. della bandiera non c’è più traccia. Presto provvederemo a issare un nuovo tricolore.

A proposito di bandiere, il Comune ha dato una mano ai vigili del fuoco per sistemare le aste su cui verranno issate le bandiere tricolore ed europea nel nuovo distaccamento del parco Primavera. Ai vigili del fuoco la nostra massima solidarietà e il nostro grazie per quanto stanno facendo nelle zone terremotate: sono impegnati sui luoghi del disastro anche mezzi e uomini del comando provinciale di Caserta. Stavo dimenticando di comunicarvi che abbiamo provveduto anche a tagliare le piante che dal palazzo della cultura ormai debordavano in via Marchesiello, creando anche intralci alla circolazione (come ci avevano segnalato alcuni residenti).

Prima di chiudere, mi fa piacere lasciarvi le foto di chi è venuto a salutarmi oggi in municipio (dove ho avuto una serie di riunioni a raffica, in preparazione di una settimana, la prossima, che sarà cruciale come poi vedrete). Cordialissimo è stato l’incontro con Diamante Marotta, dirigente scolastico del “mio” liceo Quercia, accolto da diversi amici che nel frattempo erano negli uffici del comune; mi fa piacere doppiamente pubblicare la foto di Marotta che, nei mesi scorsi, ha dovuto subire attacchi personali non di poco conto per il sol fatto che era un mio conoscente, aggiungo un mio amico. Attacchi cui la città è stata abituata nel corso degli anni, in un meccanismo di appartenenza quasi tribale dove i potenti e i presunti potenti giocavano ad esercitare il potere. Si è visto come è finita: molti di questi (ex) potenti girano a vuoto, poco orientati nel tempo e nello spazio, quasi avessero subito un’interruzione sui circuiti nervosi…

Pubblico la foto anche di Giuseppe Vallosco, figlio di Giovanni Battista, consigliere comunale: è venuto con il papà in ufficio ed è stato felice di sedersi con me alla mia scrivania. Che belli i bambini, che bello il loro entusiasmo, che bello il loro sorriso. Con i bambini sento di aver instaurato un rapporto speciale, c’è un’empatia tra loro e il loro sindaco: questa è la mia vittoria più bella. Chiudo qui salutando una persona speciale, davvero speciale: don Primo Poggi. Lo conoscete tutti: non è un sacerdote, è il sacerdote. Oggi pomeriggio è andato a trovarlo il mio amico Giovanni Limone, tramite lui mi ha mandato i suoi saluti. Si sono fatti un selfie in canonica, lì, al santuario di Santa Lucia. Ma soprattutto don Primo mi ha fatto annunciare che presto verrà a salutarmi in municipio: per me sarà una gioia immensa. La preghiera e la vicinanza di don Primo è per me un segno forte, ieri e oggi. Vi lascio ricordando questo grande prete piacentino che mi ha regalato la sua amicizia e il suo sostegno. Un caro saluto a tutti e buonanotte. A domani! #graziedonprimo

14117758_580150652156723_3864718939563926060_n

14040062_580151398823315_1369855580847380325_n 14051562_580151275489994_4288701318159213993_n 14051735_580151902156598_5130778304983561917_n 14063887_580151785489943_5414196065796488535_n 14063949_580150948823360_5663244456334043473_n 14064092_580151872156601_5908814870255339838_n 14067940_580150872156701_1437466049105641082_o 14095736_580150718823383_4239774428294520320_n 14095897_580150922156696_3881256578914335339_n 14100308_580151952156593_372364978869618533_n 14100457_580150978823357_6286390795482295659_n 14102370_580151668823288_6395056124795546014_n 14107614_580151838823271_6827686972825264209_o 14115475_580151978823257_2057372389380008117_o 14115567_580151368823318_8548357226660044111_o 14115585_580150762156712_8640739839442293046_o  14117966_580151432156645_3159030687454687000_n 14124306_580150825490039_6153196891929629955_o 14125687_580150802156708_6926433725894919880_o 14138673_580151825489939_276731245011252791_o 14141963_580151325489989_5036489414218463916_n

One thought on “DIARIO DI UN SINDACO | Comminata la prima multa per deiezioni canine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *